Cosa vedere a Pistoia, capitale italiana della cultura 2017

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Se stai pensando di visitare Pistoia ma non sai bene da dove partire ti trovi nel posto giusto!

Mi sono ritrovata a Pistoia per caso, durante un weekend in cui ho avuto la possibilità di visitare sia Pisa che Lucca. Ci sono state delle cose che mi sono piaciute davvero moltissimo anche se ho potuto visitarla solo per mezza giornata.

Se non sai come arrivare a Pistoia, devi sapere che questa città si trova a metà strada tra Lucca e Firenze. Quindi se sei in automobile ti consiglio assolutamente di fare una piccola deviazione. Se invece stai viaggiando in treno, la stazione di Pistoia è molto facile da raggiungere e avrai la fortuna di trovarti direttamente nel centro città.

Spesso Pistoia viene un po’ trascurata quando si pensa alle bellissime città della Toscana ma ti assicuro che vale la pena visitarla perché è una città ricca di fascino e di cose da vedere.

Pistoia, una città medievale

Pistoia è una città antichissima. Fu fondata dai romani e conobbe un certo ingrandimento in epoca longobarda e poi nel medioevo, quando divenne libero comune. A quest’epoca risalgono molti dei suoi monumenti più importanti, tanto che ancora oggi il centro conserva il suo aspetto medievale.

La storia ha lasciato segni ben visibili, che possiamo ancora oggi ripercorrere visitando gli edifici più antichi come la cattedrale.

pistoia

La cattedrale di Pistoia

Un post su cosa vedere a Pistoia non può che iniziare con la sua splendida cattedrale!

Nella piazza principale sorge la cattedrale di San Zeno, risalente al XIII secolo ma molto rimaneggiata. La facciata risale al XIV secolo, ed è di ispirazione pisana.  All’interno sono conservate alcune opere molto interessanti, come il tabernacolo quattrocentesco di San Donato e il battesimo di cristo di Andrea Ferrucci e Jacopo Mazza, risalente alla fine del quattrocento.

Nella cripta, troverai antichi fregi e colonne del XIII secolo, interrate per lasciare spazio all’altare barocco. Il vero tesoro di questa cattedrale, tuttavia, è l‘altare argenteo di San Jacopo, a cui lavorò anche Filippo Brunelleschi, costruito a più riprese tra il 1287 e il 1456 e assoluto capolavoro dell’oreficeria toscana.

pistoia

Il campanile e il battistero di Pistoia

Sulla piazza della cattedrale sorgono anche il campanile, ricostruito su una torre longobarda, alto 67 metri (incredibilmente bello) e il battistero di San Giovanni del XIV secolo. Quest’ultimo conserva un fonte battesimale del 1226. I marmi bicromi, che ricoprono la sua forma ottagonale, sono tipici delle chiese toscane medievali e rinascimentali.

Da non perdere anche il Palazzo del Comune e il Palazzo Pretorio. Mentre il primo risale XII secolo ma fu terminato solo nel 1350,  il secondo è datato al XIV secolo e conserva un cortile nel quale sono esposti gli stemmi dei vari magistrati fin dall’epoca in cui fu costruito. Gli affreschi che lo decorano sono ridipinture ottocentesche.

cosa-vedere-a-pistoia-2

Le chiese di Pistoia

Ci sono molte altre chiese a Pistoia che meritano una visita, come San Giovanni Fuoricivitas o la Madonna dell’Umiltà. La lista può continuare con San Pier Maggiore e Sant’Andrea che conserva un bellissimo pulpito di Giovanni Pisano.

A Pistoia c’è davvero tanto altro da vedere: musei, torri, palazzi storici… io l’ho visitata in una giornata sola e non ce l’ho fatta a vederla tutta, spero di poterci tornare molto presto!
pistoia


pistoia

Commenti su Pistoia?

Scrivimi pure qui sotto se vuoi raccontarmi la tua esperienza a Pistoia o se hai bisogno di aiuto per organizzare un piccolo tour della Toscana. 

Ti risponderò al più presto.

pistoia

Elisa

Elisa

Ciao, io sono Elisa! Sono una storica dell’arte e travel blogger. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze! Dal 2012 ho creato arttrip.it per condividere le mie esperienze di viaggio con tutti voi. Foto scattate con Panasonic GH5

Lascia un commento