Cosa vedere a Siena: 8 meraviglie che ti faranno subito venire voglia di partire

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Stai per visitare la Toscana e ti è appena venuto in mente che sarebbe una grande idea visitare Siena? Vuoi scoprire cosa vedere a Siena in un giorno?

Ti accontento subito!

I motivi per recarti in questa bellissima città della Toscana possono essere i più svariati e non importa che scusa trovi. Che sia assaggiare il prosciutto di cinta o ammirare gli affreschi di Simone Martini, va bene comunque.

Visitare Siena sarà un’esperienza bellissima!

Siena è una città medievale piena di capolavori d’arte e meraviglie in ogni angolo. La cattedrale e il suo pavimento unico, la libreria Piccolomini, il Palazzo Pubblico e i suoi affreschi, la famosa piazza del Campo e il museo civico… Ovunque ci si giri c’è qualcosa di estremamente bello da vedere a Siena!

Prima di raccontarti cosa vedere a Siena in un giorno, ho selezionato per te 3 tour che ti aiuteranno a scoprire la città e i suoi d’intorni, sono sicura che ti piaceranno:

Io mi sono ritrovata a Siena quasi per caso, ma è stato una delle esperienze più belle che ho vissuto nel 2017.

Ora racconto perché visitare Siena e cosa vedere!

Si parte!

Cose da fare a Siena

perché visitare siena

1 – Piazza del Campo a Siena

Se vuoi un motivo sul perché visitare Siena possiamo partire proprio da Piazza del Campo.

Se osservi Siena dall’alto, la prima cosa che noterai è la sua forma.

É come se la città si fosse sviluppata in forme sinuose attorno a piazza del Campo. Ha mantenuto gli edifici antichi, color mattone, tra i quali spicca la cattedrale in marmo bianco e nero.

Ma la Piazza del Campo di Siena ha una particolarità.

Sapevi che questo posto un tempo era un acquitrino?

Ebbene si, uno dei luoghi più famosi da vedere a Siena non era altro che una piccola palude. Furono i romani a bonificare la zona e a trasformare per sempre questa città.

Il “campo” divenne il centro del mercato cittadino e solo nel 1270 si decise di costruire qui il palazzo pubblico di Siena, quello che rappresenta la città libera dal potere ecclesiastico e dai dispotismi.

Da allora il centro di Siena è diventato proprio piazza del Campo, con i suoi splendidi palazzi rinascimentali e la sua divisione in nove spicchi, a ricordare il governo dei nove.

É in questa piazza che ogni anno si tiene il palio di Siena, che vede correre i cavalli delle varie contrade senesi in una giostra che ha addirittura origini medievali.

Il palio è uno degli eventi più importanti di Siena e viene vissuto dai senesi con molto trasporto.

piazza del campo a siena

2 – La fontana Gaia a Siena

Tra le cose da vedere a Siena c’è la bellissima fontana Gaia.

L’opera prende questo nome per via di una grande festa organizzata dai senesi. La fontana Gaia è stata infatti la prima a permettere di avere l’acqua potabile sino a Piazza del Campo, cosa probabilmente non molto semplice per quell’epoca.

Forse non lo sai ma la fontana originale era opera di Jacopo della Quercia, che la realizzò agli inizi del 1400, mentre quella che è  oggi visibile nella piazza del palio è una copia ottocentesca.

Ma dove vedere la fontana originale?

I resti dell’originale sono ospitati nel museo civico di Siena che ti consiglio assolutamente di visitare. La fontana Gaia fu una delle opere scultoree più importanti del suo secolo: basta guardare la bellezza e la ricchezza di particolari delle sue figure per capirne il motivo!

perché visitare siena

3 – Il palazzo Comunale di Siena

Tra le cose da vedere a Siena non dimenticarti di visitare il palazzo Comunale della città, costruito agli inizi del ‘300 per ospitare il governo cittadino.

L’esterno è maestoso quanto l’interno è ampio e solenne. Le forme trecentesche si fondono con una decorazione complessa e vastissima. Perché visitare Siena ti apparirà evidente anche solo per questo edificio!

Cosa c’è all’interno del Palazzo comunale di Siena?

Al suo interno ospita il museo civico e uno dei cicli di affreschi più famosi del XIV secolo: allegoria del Buono e del Cattivo Governo di Ambriogio Lorenzetti.

L’affresco descrive cause ed effetti del governo giusto e del malgoverno, un tema sempre attuale e trattato magistralmente in questo dipinto.

Altri importantissimi artisti hanno lavorato in questo palazzo come Beccafumi, Sodoma, Duccio di Buoninsegna. Anche Guidoriccio da Fogliano e un affresco molto interessante, attribuito a Simone Martini.

Insomma nelle sale del Palazzo Comunale di Siena si ripercorre la storia della pittura toscana del XIV secolo!

Te lo consiglio.

perché visitare siena

4 – La torre del Mangia a Siena

Accanto all’imponente palazzo Comunale svetta la Torre del Mangia di Siena.

Questa torre di 88 metri è alta quanto il campanile del duomo di Siena a simboleggiare l’equilibrio che deve esistere tra i poteri spirituale e temporale.

Ma perché si chiama così?

Viene detta del “Mangia” dal soprannome che i cittadini diedero al primo campanaro della torre, famoso per la ghiottoneria.

Lo avresti mai immaginato?

Per salire sulla torre del Mangia di Siena dovrai scalare più di 400 gradini in un percorso molto stretto e angusto. Ti sconsiglio di salire solo se hai problemi di cuore o soffri di claustrofobia perché il panorama dall’alto è davvero stupendo!

Credo che vedere la città dall’alto sia assolutamente una delle cose più belle da fare a Siena. Io sarei rimasta lassù per ore. Sono sicura che per te sarà lo stesso.

salire sulla torre del Mangia

5 – Il magnifico Duomo di Siena

Cosa vedere a Siena? Sicuramente per il suo duomo!

Questo capolavoro medievale ha visto diverse fasi costruttive: vi furono impiegati alcuni tra i più grandi ed importanti artisti ed architetti dell’epoca. Le prime notizie risalgono al 1226 e alla prima parte della facciata, verso la fine del XIII secolo, lavorò perfino Giovanni Pisano.

Il cantiere del Duomo di Siena proseguì per oltre un secolo finché non fu deciso di rendere questo duomo ancora più maestoso convertendo la cattedrale nel transetto e prolungando le navate centrali.

Tuttavia il progetto originale del Duomo di Siena non fu mai completato: la peste e la carenza di fondi fecero bloccare i lavori lasciando tutto a metà.

Cosa ne resta?

Oggi rimangono gli archi di quella che doveva essere la nuova navata centrale e la nuova facciata che sembra quasi un arco di trionfo isolato.

Nel museo dell’opera di Siena potrai ripercorrere tutte le vicissitudini di questo immenso cantiere, ammirare le statue originali e scoprire una parte della storia di questa città così affascinante.

Te lo consiglio!

Il duomo di siena dall'esterno

6 – Non perderti la libreria Piccolomini nel duomo di Siena!

Lungo la navata sinistra del duomo si Siena potrai notare un ambiente completamente decorato e pieno di libri!

Si tratta della libreria Piccolomini,

Fu costruita nel 1492 per custodire i libri di Papa Pio II e decorata agli inizi del ‘500 da Pinturicchio e aiuti, tra cui anche Raffaello. Gli affreschi raccontano della vita di Enea Silvio Piccolomini, divenuto papa con il nome di Pio II.

Quando si entra in questa libreria non si sa dove guardare, se ai libri, al soffitto, agli affreschi… è un gioiello!

Te ne innamorerai.

la libreria piccolomini

7 – I pavimenti del duomo di Siena

Un capolavoro spesso sottovalutato è il pavimento del duomo di Siena (ti ricordi del pavimento della cattedrale di Otranto?).

Realizzato in tarsie marmoree, il pavimento del duomo di Siena rappresenta più di sessanta scene, pensate tra il ‘300 e l’800. Le composizioni sono tanto varie e diverse che si fatica a trovare un tema generale che potrebbe essere sinteticamente pensato come la ricerca della salvezza.

Personaggi biblici si alternano ad antichi sapienti come Ermete Trimegisto, le Sibille e allegorie della fortuna e della sapienza.

Al centro campeggia la lupa di Siena e i simboli delle città alleate.

Se visiti la cattedrale di Siena, facci caso, perché visitare Siena è anche questo!

la lupa sul pavimento del duomo di siena

8 – Altre bellezze da vedere a Siena

Se ti stai ancora chiedendo cosa vedere a Siena, ti assicuro che le cose da visitare non finiscono qui!

Potrai ammirare la basilica medievale di San Domenico, legata a Santa Caterina o la chiesa di San Francesco. Potrai scoprire i capolavori della Pinacoteca Nazionale di Siena o Santa Maria della Scala.

E vicino Siena? Cosa si può visitare?

Poco distante da Siena si trovano altri luoghi incantevoli, come la Val d’Orcia o la suggestiva abbazia di San Galgano.

Ti consiglio assolutamente di fare un passeggiate a San Galgano perché ti lascerà di stucco.

perché visitare siena

Dove dormire a Siena

Se stai cercando un hotel a Siena, vuoi prenotare alcune attività o biglietti, scrivimi pure nei commenti il budget che hai a disposizione e le date a cui sei interessato. Ti aiuterò gratuitamente a trovare le soluzioni più adatte alle tue esigenze.

Qui sotto invece puoi trovare alcune attività da fare a Siena o nei suoi dintorni.

Commenti su Siena?

Spero di averti dato delle buone ragioni per visitare Siena. Io ci sono capitata praticamente per caso e mi ha lasciata a bocca aperta!

Hai altre buone ragioni per visitare questa città?

Raccontamele nei commenti o scrivimi se hai bisogno che approfondisca alcuni aspetti di questo post.

perché visitare siena

Elisa

Elisa

Ciao, io sono Elisa! Sono una storica dell’arte e travel blogger. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze! Dal 2012 ho creato arttrip.it per condividere le mie esperienze di viaggio con tutti voi. Foto scattate con Panasonic GH5

Lascia un commento