5 importantissime cose da vedere a Troyes per scoprire il nord della Francia

troyes-piazza
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Se il Medioevo ti appassiona e hai intenzione di fare un piccolo tour nel nord della Francia non puoi assolutamente dimenticarti di visitare Troyes.

Troyes ti farà immergere in un’atmosfera irreale e quasi fiabesca grazie alle sue adorabili case a graticcio e ai suoi piccoli e pittoreschi vicoli. Oggi è tra le città più importanti della regione dello Champagne ma la sua storia è millenaria poiché fu abitata sin dalla preistoria.

Pensa che il nome deriva addirittura dall’antica popolazione celtica che l’abitava, i Galli Tricassi, ma la vera particolarità della città risiede tutta nel suo centro storico. Tra le cose da vedere a Troyes ci sono dei monumenti importantissimi che ti lasceranno a bocca aperta e di cui ti parlerò nei paragrafi qui sotto. Ma prima voglio farti conoscere una delle caratteristiche più insolite di questa città.

Lo sapevi che il centro storico di Troyes ha esattamente la forma di un tappo di champagne?

Insomma, Troyes è sicuramente una delle città da visitare vicino Parigi, un piccolo tesoro francese che conserva intatto il suo cuore medievale. Sono più che sicura che ti saprà conquistare grazie all’enorme patrimonio architettonico che ancora custodisce ma soprattutto grazie al suo passato, così ricco di tradizioni e storia.

Ma cosa vedere a Troyes?

Quali sono le attrazioni più importanti e perché vale la pena di spendere almeno una giornata passeggiando tra i suoi vicoli?

Ti racconto tutto nel post qui sotto.

Si parte!

Storia di Troyes: un angolo di medioevo

Visitare Troyes ti porterà indietro di almeno 1000 anni ma, prima di dirti cosa vedere, voglio raccontarti un po’ di storia e qualche aneddoto che renderanno il tuo viaggio ancora più interessante.

Non preoccuparti, nulla di troppo noioso!

Conosciuta con il nome di Augustobona sotto i romani, la città si sviluppò e divenne un importante centro commerciale, religioso e culturale durante il Medioevo.

Tra le altre cose fu la città natale di Chretien de Troyes, uno dei più grandi autori del medioevo francese e del ciclo arturiano! Se hai letto il mio articolo di San Galgano, saprai che questo importante autore è stato probabilmente influenzato anche dalla storia italiana.

Sei appassionato dei templari?

Allora ti farà sicuramente piacere sapere che questa città ospitò il famoso concilio di Troyes, dove fu redatto il regolamento dell’ordine dei templari. Il fondatore dell’ordine, Hugues de Payns, era infatti nato nell’omonimo villaggio a pochi chilometri di distanza, dove oggi si trova un piccolo museo in suo onore.

Ma cosa vedere a Troyes?

Tra le cose più belle da vedere in città, la maggior parte risalgono al medioevo e all’epoca appena successiva. In questo periodo storico Troyes divenne particolarmente importante e ricca soprattutto grazie al commercio dei tessuti, sia in Francia che all’estero.

Vuoi scoprire quali monumenti visitare a Troyes?

Ti accontento subito!

troyes-piazza

1 – La cattedrale di Troyes

La cattedrale di Troyes è dedicata ai santi Pietro e Paolo (Saint-Pierre-et-Saint-Paul). Misura 114 m di lunghezza, 45 di larghezza ma la cosa stupefacente sono i suoi 1500 m2 di vetrate, inclusi due rosoni del diametro di 10 metri.

Questa cattedrale è l’assoluta riprova dell’importanza della città durante il Medioevo. Le maestose vetrate e le numerosissime sculture, sono infatti l’evidente testimonianza di un fervente movimento artistico, legato soprattutto al talento dei mastri vetrai e degli scultori della Scuola di Troyes.

Come altre grandi cattedrali del passato, per completare l’edificio ci sono voluti più di 400 anni. La cattedrale di Troyes fu iniziata nel 1200 e i lavori si prolungarono a diverse riprese sino al XVII secolo. Nella sua maestosità, sono certa che ti lascerà senza fiato.

Ok, ma cos’ha di bello?

La facciata è a dir poco stupefacente e risale al XVI secolo. É talmente decorata che sembra lavorata all’uncinetto mentre sulla sinistra potrai vedere un imponente campanile del 1545, purtroppo mai terminato.

Ma se l’esterno ti ha lascito con gli occhi all’insù, aspetta di varcare la porta d’ingresso.

L’interno della cattedrale di Troyes è suddiviso in 5 navate. Come ti dicevo il vero spettacolo è rappresentato dalle numerosissime vetrate che, nei giorni di sole, la trasformano in un vero e proprio arcobaleno di colori.

Ma non finisce qui.

Tra gli altri edifici liturgici che puoi trovare a Troyes, sono interessanti le chiese di Sainte Madeleine, anch’essa eretta intorno al 1200, e la bellissima basilica di Saint Urbain, della stessa epoca.

Di quest’ultima, una delle cose che mi è piaciuta di più è il bellissimo timpano del portale principale, dove è raffigurato il giudizio universale. Nella cappella a sud invece si trova una splendida statua della Vergine del XVI secolo e realizzata dalla scuola di Troyes.

cattedrale facciata

cattedrale vetrate

2 – Le bellissime casette a graticcio

Le casette a graticcio sono una delle mie passioni. Visitando la Francia ne ho trovate di bellissime anche nel centro di Rouen o a Caen, tuttavia Troyes ti stupirai grazie alla grande abbondanza di questi bellissimi edifici medievali.

Forse non ci hai mai pensato ma è abbastanza raro trovarne ancora. Queste case fatte in legno sono state spesso distrutte a causa di guerre e incendi e le due guerre mondiali sono state un vero e proprio colpo di grazia.

Ma allora perché a Troyes se ne trovano ancora così tante?

Semplice, la popolazione locale le ha sempre ricostruite secondo la tradizione del XIII secolo.

Tra le case medievali più belle da vedere a Troyes ti consiglio la “tourelle de l’orfevre” (XVI secolo) e le casette della “Ruelle des Chats” (XV secolo). Prendono questo nome perché sono così vicine tra loro che i gatti potevano saltare da un tetto all’altro senza rischiare di cadere.

Se hai voglia di passeggiare a Troyes ti consiglio anche di incamminarti sulle rive della Senna, dove potrai godere di un paesaggio davvero singolare in cui le piccole case e la bella cattedrale si riflettono sul canale.

Io ci ho lascito il cuore.

troyes-Elisa

3 – I musei da vedere a Troyes

Hai mai pensato di trovare delle opere di Modigliani nelle piccole cittadine francesi?

Ebbene, proprio di fronte la cattedrale di Troyes si trova il museo di arte moderna della città con opere di autori come Modigliani, Degas e Soutine. Questo palazzo un tempo era la sede del vescovo ma oggi custodisce più di 100 anni di opere d’arte di immensa bellezza.

Ti segnalo anche il piccolo museo di Saint-Loup, che conserva le memorie archeologiche locali dalla preistoria al medioevo, una sezione di scienze naturali e una pinacoteca, il tutto dentro un’antica abbazia.

Sei un amante delle antiche vetrate medievali?

Oltre che all’interno della cattedrale, avrai la possibilità di ammirarne delle stupende vetrate anche alla cité du vitrail. Questo spazio è interamente dedicato all’arte delle vetrate e ti farà scoprire moltissime cose interessanti.

Te lo consiglio.

troyes-chiesa

4 – Troyes è il regno dello shopping a poco prezzo!

Se ti ho stancato con tutto questo parlare di Medioevo e di arte, ti farà piacere sapere che Troyes è considerata la capitale francese dell’outlet: appena fuori dalla città si trovano grandi centri commerciali che vendono le migliori marche a prezzi scontati.

Un’ottima scusa per uscire da Parigi.

troyes-casette

5 – La tradizione gastronomica a Troyes

Nessun viaggio può veramente dirsi completo senza aver assaggiato almeno una specialità del luogo.

La tradizione gastronomica da queste parti propone molte “delizie”: il piatto tipico di Troyes é una salsiccia chiamata “andouillette”, fatta a partire dagli intestini e dallo stomaco del maiale tagliato grossolanamente. Ci sono poi le “galette” e diversi tipi di formaggi.

Ma non vorrai andare via senza aver assaggiato i suoi vini più pregiati!?

La città è infatti famosa non solo per l’ottimo champagne ma anche per il sidro Pays d’Othe e per un liquore a base di noccioli di prugnola chiamato “il Prunelle de Troyes”.

troyes-campanile

Come arrivare a Troyes

Arrivare a Troyes da Parigi è molto facile. La città dista infatti solo 160km dalla capitale francese ed il tempo di percorrenza è di circa 2 ore seguendo l’autostrada Troyes – Parigi.

Sempre se ti trovi a Parigi, Troyes è facilmente raggiungibile anche in treno in 1 ora e 40 minuti dalla Gare de l’Est. Linea Parigi – Troyes – Belfort – Mulhouse – Bâle.

L’ufficio del turismo di Troyes si trova invece a “rue Aristide Briand 16”.

Dove dormire a Troyes

Se stai cercando un hotel a Troyes, vuoi prenotare alcune attività o biglietti, scrivimi pure nei commenti il budget che hai a disposizione e le date a cui sei interessato.
Ti aiuterò gratuitamente a trovare le soluzioni più adatte alle tue esigenze.

Commenti su Troyes

Fammi sapere se l’articolo ti è piaciuto, se hai già visitato Troyes già o pensi di andarci prossimamente.

Scrivimi pure nei commenti se hai bisogno di aiuto per organizzare una visita, ti risponderò al più presto!

Elisa

Elisa

Ciao, io sono Elisa! Sono una storica dell’arte e travel blogger. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze! Dal 2012 ho creato arttrip.it per condividere le mie esperienze di viaggio con tutti voi.

3 commenti su “5 importantissime cose da vedere a Troyes per scoprire il nord della Francia”

  1. Amo questo genere di atmosfere francesi 😀 appena avrò occasione di tornare da quella parte di mondo non mi dispiacerebbe davvero fare un viaggio oltralpe, grazie per avermi fatto conoscere questo gioellino di città di cui non avevo idea

Lascia un commento

TROVA HOTEL AL MIGLIOR PREZZO

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email