Foligno: cosa vedere in uno dei borghi più belli dell’Umbria

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Se ti appassiona il medioevo prima o poi anche a te verrà voglia di fare un tour delle città dell’Umbria e vedere alcuni dei borghi più belli belli d’Italia.

Foligno è proprio uno di questi Qui il Medioevo ha davvero lasciato delle tracce indelebili e, ad ogni angolo di strada, potrai trovare le testimonianze del suo ricco passato. Se vuoi visitare Foligno devi sapere che per tradizione questa città viene considerata il “centro del mondo“. Si trova infatti al centro della penisola italiana, a lungo considerata il centro d’Europa, e quindi del mondo.

Lo sapevi già?

In questo post ti spiegherò cosa vedere a Foligno ma se vuoi scoprire alcuni dei borghi medievali più belli dell’Umbria allora dovresti leggere anche il mio post su cosa vedere a Bevagna.

Ti va di partire con me e scoprire Foligno, le cose da vedere, la sua storia e le sue unicità?

Bene, si parte!

Cosa vedere a Foligno: le informazioni che devi conoscere prima di partire

Foligno sorge sull’altopiano di Colfiorito, in Umbria e anticamente si chiamava Fulginia. La città è famosa per la giostra della Quintana, una rievocazione storica molto suggestiva. Si tratta una manifestazione che ricorda il passato medievale della città di Foligno ma non ha nulla a che vedere con il famoso mercato delle Gaite che si svolge a Bevagna ne con il palio di Siena.

Piuttosto ti ricorderà le antiche giostre medievali, quelle in cui i cavalieri si scontravano a cavallo con le loro lunghe lance.

Altra cosa molto importante per la città riguarda una sigla che troverai spesso: si tratta dell’ S.P.Q.F.

Come il famoso SPQR romano, qui la sigla sta per senatus populusque fulginei ovvero “il senato ed il popolo di Foligno“. Io l’ho trovata molto divertente. Infatti Foligno fu municipium e poi comune indipendente dall’antica Roma fino al medioevo. Inoltre. in passato, era conosciuta per aver dato i natali a San Feliciano, cui è dedicata la cattedrale.

Ed è proprio la cattedrale di Foligno una delle cose che devi assolutamente vedere in questo borgo umbro.

Te ne parlo subito!

La cattedrale di Foligno

La cattedrale di Foligno è molto più antica di quello che sembra. La struttura che puoi osservare adesso risale al 1133 ma sorge su un edificio più antico, costruito tra il IX e il X secolo d.C.

Come potrai osservare anche tu, la Cattedrale di Foligno presenta due facciate.

La facciata principale risale al rifacimento medievale, ma dopo qualche decennio la chiesa fu dotata di un nuovo transetto e quindi allarga rispetto alle dimensioni precedenti. A seguito di questo ampliamento fu possibile realizzare una seconda e più grandiosa facciata laterale che, ancora oggi, sorge su piazza della Repubblica.

Ma la storia della cattedrale di Foligno non finisce qui.

Nel 1545 Cola di Caprarola ridusse l’edificio ad un’unica grande navata, poi completamente decorata in stile neo classico nel 1772-1819 su progetto di Luigi Vanvitelli e Giuseppe Piermarini.

A causa di questi ammodernamenti, l’interno ha perso totalmente il suo fascino originale, ma conserva un baldacchino costruito ad imitazione di quello di San Pietro del Bernini, opera di Andrea Calcioni.

Palazzo Trinci a Foligno: tra medioevo e rinascimento

Dopo aver osservato la bellissima facciata medievale della Cattedrale di Foligno noterai sicuramente che, su piazza della Repubblica, si trova un altro importante edificio.

Questo è il famoso Palazzo Trinci ed è un’altra delle cose più importanti da vedere a Foligno. L’entrata di Palazzo Trinci si affaccia proprio su Piazza della Repubblica, al lato del palazzo comunale e accanto alla facciata secondaria della cattedrale.

Non ti sarà affatto difficile notalo perché si tratta di un’architettura dell’inizio del ‘400 in stile tardo gotico.

Ma perché è così importante Palazzo Trinci a Foligno?

É presto detto. Oltre alla bellissima architettura, Palazzo Trinci conserva ancora parte della decorazione pittorica tardo medievale, che già da sola vale il prezzo del biglietto!

Fu decorato da Gentile da Fabriano e le collezioni si dividono tra l’area archeologica e la pinacoteca.

Nella prima parte della visita troverai interessanti reperti provenienti da tutta la zona di Colfiorito come lapidi con iscrizioni in umbro e statuette votive antichissime.

Al primo e secondo piano è invece conservata la pinacoteca di Palazzo Trinci e alcuni bellissimi affreschi staccati da varie chiese della zona.

La cosa che più mi è piaciuta è stato scoprire la storia dell’edificio: il museo è infatti molto ben allestito e in ogni sala sono disponibili schede informative molto dettagliate. Dalla domus romana con mosaici alla scala di raccordo tra un palazzo e l’altro, dagli affreschi al passetto che univa il palazzo alla cattedrale, Palazzo Trinci è tutto da scoprire.

Non ti ho ancora convinto a visitare Palazzo Trinci?

Allora devi sapere che la sala delle arti liberali e dei pianeti ti lascerà letteralmente a bocca aperta. Poi c’è il ponte sospeso, la sala dei giganti e la cappella di  Ottaviano Nelli con affreschi di storie della Vergine datati al 1424. Ti assicuro che la bellezza delle decorazioni di questo palazzo ti farà venire voglia di restare qui per sempre.

Insomma, tra le cose da vedere a Foligno non puoi assolutamente mancare l’appuntamento con Palazzo Trinci.

Sono sicura che saprà stupirti. 

Altre attrazioni da vedere a Foligno

Come ti ho detto all’inizio, la città è intrisa del suo passato medievale e ci sono tantissime altre cose da vedere a Foligno.

La chiesa di San Domenico a Foligno e Santa Maria Infraportas sono solo due delle più belle chiese di Foligno.

Ma, se avrai abbastanza tempo e voglia di immergerti nel Medioevo, potrai scoprire il museo diocesano, dove sono conservati i tesori della cattedrale.

Insomma a Foligno ci sono tantissimi tesori, non ultimi quelli enogastronomici… provare per credere!

Commenti su Foligno?

Stai programmando di visitare Foligno e hai bisogno di qualche consiglio?

Scrivimi pure nei commenti, sarò felice di tardi una mano!

Elisa

Elisa

Ciao, io sono Elisa! Sono una storica dell’arte e travel blogger. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze! Dal 2012 ho creato arttrip.it per condividere le mie esperienze di viaggio con tutti voi.

Lascia un commento

TROVA HOTEL AL MIGLIOR PREZZO

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email