12 foto per visitare Foligno, il centro del mondo!

Eda, Storica dell’arte

Foligno è un borgo umbro pieno di bellezze, dove il medioevo ha lasciato tracce indelebili. Ti racconto la storia di questa città, la sua struttura e le sue unicità in questo post!

Le informazioni che devi conoscere per visitare Foligno

Foligno, in origine si chiamava Fulginia e sorge sull’altopiano di Colfiorito, in Umbria. E’ famosa per la giostra della Quintana, una rievocazione storica molto suggestiva. Se vuoi visitare Foligno devi sapere che per tradizione questa città viene considerata il “centro del mondo“. Si trova infatti al centro della penisola italiana, a lungo considerata il centro d’Europa e quindi del mondo. L’avresti mai detto?

Durante la visita a Foligno troverai spesso la sigla S.P.Q.F.: come il famoso SPQR romano, anche qui la sigla sta per senatus populusque fulginei.

Infatti questa città umbra fu municipium e poi comune indipendente dall’antica Roma al medioevo e in passato era conosciuta per aver dato i natali a San Feliciano, cui è dedicata la cattedrale.

Se vuoi scoprire di più sulla bella cattedrale di Foligno, continua a leggere!

Visitare Foligno: una cattedrale, due facciate

La cattedrale attuale risale al 1133 ma sorge su una struttura più antica, costruita tra il IX e il X secolo d.C. La facciata principale risale infatti al rifacimento medievale mentre il transetto fu costruito nel 1201. A seguito di questo ampliamento, fu possibile realizzare una seconda e più grandiosa facciata laterale che sorge su piazza della Repubblica.

Nel 1545 Cola di Caprarola ridusse l’edificio ad un’unica grande navata, poi completamente decorata in stile neo classico nel 1772-1819 su progetto di Luigi Vanvitelli e Giuseppe Piermarini. L’interno ha perso totalmente il suo fascino originale, ma conserva un baldacchino costruito ad imitazione di quello di San Pietro del Bernini, opera di Andrea Calcioni.

(Se vuoi saperne di più su Gianlorenzo Bernini e le sue opere puoi cliccare qui.)

Entrare a palazzo Trinci e visitare Foligno tra medioevo e rinascimento

Palazzo Trinci, la cui entrata sorge in Piazza della Repubblica, al lato del palazzo comunale e accanto alla facciata secondaria della cattedrale.

Questo museo sorge all’interno di un edificio tardo gotico dell’inizio del ‘400 e conserva parte della decorazione pittorica tardo medievale (che già da sola vale il prezzo del biglietto!). Fu decorato da Gentile da Fabriano ed altri: le collezioni si dividono tra l’area archeologica, e la pinacoteca.

Nella prima parte troverai interessanti reperti provenienti da tutta la zona di Colfiorito come lapidi con iscrizioni in umbro e statuette votive antichissime. Al primo e secondo piano è invece conservata la pinacoteca e alcuni bellissimi affreschi staccati da varie chiese della zona.

La cosa che più mi è piaciuta è stato scoprire la storia dell’edificio: il museo è infatti molto ben allestito, e in ogni sala sono disponibili schede informative per spiegare ai visitatori cosa si può ammirare. Dalla domus romana con mosaici alla scala di raccordo tra un palazzo e l’altro, dagli affreschi al passetto che univa il palazzo alla cattedrale, Palazzo Trinci è tutto da scoprire.

Letteralmente da lasciare a bocca aperta la sala delle arti liberali e dei pianeti, il ponte sospeso, la sala dei giganti, e la cappella di  Ottaviano Nelli con affreschi di storie della Vergine datati al 1424. Davvero da non perdere.

Altre attrazioni da vedere a Foligno

Se vuoi visitare Foligno ci sono altre cose che devi vedere. La chiesa di San Domenico, risalente al XIII secolo, il museo diocesano, dove sono conservati i tesori della cattedrale e l’antichissima Santa Maria infraportas, del XII secolo.

A Foligno ci sono tantissimi tesori, non ultimi quelli enogastronomici… provare per credere!

 

Potrebbero interessarti anche:

Ricordati di lasciare un commento

0 commenti

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This