Nelle scorse settimane hai letto il mio articolo sul parco archeologico di Paestum e stai stai pensando di prenotare le vacanze estive in Cilento. Ottima scelta.

Ho avuto la possibilità di andare in Campania nell’estate del 2017 e non potevo non raccontarti cosa mi è piaciuto di più e quali sono i posti da non perdere in Cilento. Questa zona della Campania è una delle più belle di tutta la regione. Si tratta di una terra ricca sia dal punto di vista naturalistico che storico. Io me ne sono letteralmente innamorata. Scommetto che per te sarà lo stesso!

Vale la pena di visitare il Cilento anche solo per il suo splendido paesaggio.

Le strade tortuose si snodano tra la bellissima costa campana e le dolci colline ricoperte di ulivi. Gran parte del territorio del Cilento rientra nel parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano che conserva un ricchissimo patrimonio naturalistico.

Se invece preferisci trascorrere la tua estate al mare, le spiagge del Cilento sono tra le più belle d’Italia. L’acqua è così limpida che sembra di farsi il bagno in una piscina.

Ma quali sono i posti da non perdere in Cilento?

In questa breve guida ho selezionato le 9 località del Cilento che devi assolutamente visitare, tra località di mare e luoghi d’arte unici al mondo. Io ho impiegato circa una settimana per visitarle tutte ma tu puoi prenderti tutto il tempo necessario se vuoi passare la tua vacanza in questa regione incantevole.

Pronto a partire per il Cilento?!

cosa vedere in Cilento

Visitare Acciaroli tra Hemingway e il mare

Se vuoi sapere cosa vedere in Cilento non puoi perderti Acciaroli.

Questa frazione del comune di Pollica è un borgo di pescatori sul mare, fatto di antiche tradizioni, piccoli negozi e ristoranti tipici. Noi abbiamo alloggiato poco più nell’entroterra, presso Canniclo ma abbiamo spesso passeggiato al tramonto sul lungomare di Acciaroli.

Acciaroli è un luogo talmente pittoresco che persino Ernest Hemingway vi passò lunghi periodi tornandoci addirittura più volte.

Il mare di Acciaroli è rimasto limpido. Il comune ha ottenuto per diversi anni consecutivi le 5 vele per il mare pulito anche se c’è c’è un gran rispetto per l’ambiente in tutta la zona.

Noi abbiamo fatto il bagno nelle splendide spiagge di Acciaroli, poco lontane dal porto. Tienile in considerazione come punto di partenza per esplorare il Cilento.

Dal punto di vista artistico non c’è molto ma ti consiglio di visitare la chiesta dell’Annunziata, costruita nel 1187 proprio a ridosso del mare e i resti della torre di difesa angioina. Impossibile non notarla!

Se vuoi sapere dove mangiare ad Acciaroli, un ottimo il ristorante di pesce e pizza è Luca e la lucciola dove siamo tornati a più riprese!

cosa vedere in Cilento

Il parco archeologico di Paestum in Cilento

Se anche tu se appassionato di arte classica puoi leggere il mio approfondimento su Paestum.

Il parco archeologico di Paestum mi è rimasto nel cuore e non potevo non inserirlo in questo elenco di cosa vedere in Cilento.

Nonostante sia uno dei complessi monumentali più importanti della Magna Grecia, il parco archeologico di Paestum non è molto visitato dai turisti. Forse sono capitata in un periodo di bassa stagione ma eravamo davvero in pochi ad aggirarci per i bellissimi templi.

Se stai pensando di visitare il parco archeologico di Paestum, ti consiglio anche di visitare anche il Museo Archeologico nazionale. Qui si trovano numerosi reperti e manufatti decorativi di incredibile bellezza e ben conservati.

Paestum è un luogo meraviglioso che ogni italiano dovrebbe conoscere. Fa parte della nostra storia ed è nostro dovere farlo conoscere.

cosa vedere in Cilento

Grotte di Pertosa Auletta

Sei ancora indeciso su cosa vedere in Cilento? Se ti piacciono le avventure preparati a scoprire un luogo dove la natura ha dato il meglio di se.

Oltre alle bellezze del mare e dell’arte, tra le cose più belle da vedere in Cilento non potevo non aggiungere una delle meraviglie della natura, una grotta piena di tesori che si trova all’interno di un parco naturale: le grotte di Pertosa- Auletta.

Queste non sono le prime grotte che ho avuto la possibilità di visitare ma sono quelle che mi hanno colpito di più perché hanno una grande particolarità: sono le uniche grotte in Europa ad essere navigabili.

Appena entrato nelle grotte, ti attenderà una barca che ti porterà sul letto del fiume Negro. Questo fiume sotterraneo nasce nelle profondità della montagna e ti offrirà la possibilità di fare un esperienza davvero insolita. A me è sembrato quasi di navigare sull’Acheronte!

Entrare nella grotta e ascoltare il lento il rumore dell’acqua e delle cascate che scorrono è una delle esperienze più belle da fare in Cilento.

Il percorso all’interno delle grotte di Pertosa – Auletta è lungo circa tre chilometri che ti condurranno all’interno di uno spazio antichissimo. Stalattiti e stalagmiti, rocce colorate e spazi che sembrano cattedrali della natura ti lasceranno senza parole, così come le storie legate a questo luogo.

cosa vedere in Cilento

Battistero san Giovanni in fonte a Padula

Questo è un luogo poco conosciuto che secondo me deve essere inserito tra le attrazioni da vedere in Cilento. Il motivo? E’ raro, forse unico.

Ora ti spiego perché!

E’ noto che in antichità il battesimo veniva fatto solo agli adulti e che avveniva per immersione completa del fedele. Se avevo visto vasche più o meno grandi, risalenti a questo periodo, non mi era mai capitato di visitare un edificio simile.

Beh, all’interno del Battistero di San Giovanni in fonte non ci sono vasche o tinozze ma un vero e proprio fiume che scorre libero all’interno della chiesa.

Ne abbiamo documentazione già nel VI secolo e persistono brandelli di affreschi di epoche successive, purtroppo mal conservati sia a causa dell’umidità che dell’abbandono progressivo dell’edificio. Le murature di tipo romano, le acque gelide del torrente, la campagna tutta intorno rendono questo battistero poetico e incredibile. Assolutamente da inserire nella lista di cosa fare in Cilento!

Non mi era mai capitato di vedere una cosa del genere!

cosa vedere in Cilento

Pisciotta: dove il mare incontra la montagna

Pisciotta è un piccolo comune che domina la valle da un’altura.

Si trova all’interno del parco nazionale vallo di Diano ed ha conservato tutto il suo fascino medievale. I piccoli vicoli, le casette in pietra e l’atmosfera rilassata, ti trasporteranno indietro nel tempo. Il paese è dominato dal gigantesco palazzo marchesale Pappacoda e dalla bella chiesa cinquecentesca dedicata ai santi Apostoli Pietro e Paolo. Io ho avuto la fortuna di arrivarci al tramonto, te lo consiglio!

Ho inserito Pisciotta tra i luoghi da visitare in Cilento anche per la bellezza delle sue spiagge. Si sa che in Cilento ci sono alcune delle spiagge più belle d’Italia e quella di Pisciotta è forse una di queste!

Il litorale di Pisciotta è stato premiato con la bandiera blu per l’estrema pulizia e bellezza. Si tratta di una spiaggia fatta di sabbia a ciottoli circondata dagli ulivi e dalle abitazioni del paese, non molto distante.

Il mare a Pisciotta è davvero spettacolare. L’acqua è talmente cristallina e pulita da ricordarmi la vacanza a Rodi. Ti fa venire voglia di restare in acqua per ore e ore.

Nei dintorni ci sono altre spiagge bellissime tra cui quella sabbiosa di Pietracciaio o quelle più ciottolose verso Ascea e Palinuro.

Ti consiglio di farci una passeggiata se vuoi respirare l’atmosfera del Cilento!

cosa vedere in Cilento

Cosa vedere in Cilento: Marina di Camerota

Se vuoi sapere cosa vedere in Cilento, non potevo non annoverare Marina di Camerota.

Con le sue spiagge, tra le più belle d’Italia, è una delle località balneari più famose della Penisola. La straordinaria bellezza del luogo attrae da anni turisti da tutto il mondo. Inoltre, se stai cercando una spiaggia nudisti in Cilento, la spiaggia del Troncone è una delle poche nel nostro Paese in cui è permesso il naturismo.

Come per Acciaroli e Pisciotta, anche la spiaggia di Marina di Camerota ha ricevuto le cinque vele di Legambiente tanto che qui si trova anche lo splendido villaggio turistico del Touring.

Se sei come me, ti piace nuotare tra i pesci e stai cercando una spiaggia dove fare snorkeling in Cilento, la spiaggia di Marina di Camerota fa al caso tuo.

Qui il litorale di Marina di Camerota è piuttosto frastagliato e l’acqua ha scavato lungo la costa delle bellissime grotte a pelo d’acqua. Questa località del Cilento è talmente belle da essere stata scelta addirittura come set per alcuni film tra cui Gli Argonauti 2 e il recente Wonder Woman.

Tra le spiagge più belle di Marina di Camerota ti consiglio la spiaggia di S. Domenico, caratterizzata da sabbia bianca e mare turchese, si trova non molto distante dal centro storico e dal porto. Io ho fatto il bagno proprio qui e a tratti avevo l’impressione di trovarmi ai tropici. 

cosa vedere in Cilento

La Certosa di Padula

Situata nel parco di Diano e dedicato a San Lorenzo, il monastero di Padula è uno dei posti più belli da visitare in Cilento.

Si tratta di un nucleo nato nel XIV secolo e poi risistemato in stile barocco. Capolavori di intarsi, affreschi, scale monumentali, sculture e molto altro ti lasceranno a bocca aperta! Purtroppo resta molto poco dello stile originale ma è sicuramente è dei luoghi più belli del Cilento.

Il complesso conta circa 350 stanze ed occupa più di 50.000 metri quadrati. Il chiostro della certosa di Padula è tra i più grandi d’Europa, circa 15.000 metri quadrati. La sua grande estensione, rende la certosa di Padula la seconda più grande in Europa dopo quella di Grenoble in Francia. Incredibile vero?

L’importanza di questo centro ha fatto si che nel 1998 l’UNESCO l’abbia dichiarata Patrimonio dell’Umanità e solo 4 anni più tardi la Regione Campania l’ha inserita nel novero dei Grandi Attrattori Culturali.

Insomma, se anche tu sei un amante dell’arte e della storia non puoi lasciarti scappare questo luogo così denso d’arte e di storia.

cosa vedere in Cilento

Capo Palinuro e l’arco naturale

Il mare a Capo Palinuro è uno spettacolo.

L’acqua è limpida e si trovano tantissimi pesci e specie diverse. Noi abbiamo fatto una gita in barca che ci ha condotti sino alla grotta azzurra, un’insenatura marina con un’apertura sotterranea che lascia passare la luce rendendo l’acqua di un azzurro irreale. 

Abbiamo potuto nuotare in una piccola baia lungo il litorale e non me ne sarei mai voluta andare tanto era pieno di pesci! 

Splendido anche l’arco naturale scavato dal mare che si trova poco lontano: con i secoli il mare lo corroderà definitivamente ma per ora abbiamo ancora l’opportunità di godere di questa meraviglia della natura.

cosa vedere in Cilento

Il parco nazionale del Cilento e vallo di Diano

In questo parco naturale si trova una natura eterogenea e sostanzialmente incontaminata. E’ uno dei parchi nazionali più grandi d’Italia e possiede paesaggi molto vari, dal mare alla montagna, dalle grotte ai fiumi.

L’insediamento umano in quest’area, ricca di grotte, risale al Paleolitico medio (500.000 mila anni a.C.). Tutta l’area è protetta e consente di godere delle bellezze della natura unite a quelle artistiche.

L’area è caratterizzata da un’enorme varietà di bellezze naturali. Oltre all’area costiera, nel Parco Nazionale del Cilento ci sono zone montane, foreste e fiumi che rendono l’habitat incredibile sia dal punto di vista faunistico che per la grande varietà di piante autoctone.

All’interno del parco si trova anche un altro gioiello marino: Porto Infreschi, eletta nel 2014 spiaggia più bella d’Italia da Legambiente.

Si tratta di un porto naturale ed è uno dei luoghi più belli e suggestivi da visitare in Cilento. Porto Infreschi è un piccolo angolo di paradiso sulla terra, già conosciuto dagli antichi romani perché costituisce un ottimo approdo naturale.

Qui le onde si infrangono spumeggianti contro le bancate rocciose e spesso sono stati perfino avvistati i delfini, attirati dalla grande abbondanza di pesce.

Se stai cercando un posto insolito dove fare il bagno in Cilento te lo consiglio caldamente.

cosa vedere in Cilento

Opinioni sul Cilento

Cosa ne pensi di questa bellissima terra?

L’hai già visitata o hai intenzione di andarci prossimamente?

Scrivimi pure qui sotto se hai bisogno di qualche suggerimento o se vuoi consigliarmi delle mete che mi sono sfuggite.

Lascia una commento

Ciao, io sono Elisa! Sono una storica dell’arte e travel blogger. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze! Dal 2012 ho creato arttrip.it per condividere le mie esperienze di viaggio con tutti voi.

Lascia un commento

Pin It