Castello di Fougères: viaggio nel castello più grande di Francia

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Il Castello di Fougères è un luogo incantato affacciato sul mare irrequieto della Bretagna. Qui il Medioevo ha lasciato delle tracce più che evidenti nella piccola cittadina di Fougères, che ogni anno ospita migliaia di turisti interessati a percorrere l’itinerario dei castelli più belli di Francia e della Bretagna.

Lo sapevi che la Francia è il paese con più castelli al mondo?

Alcuni di questi sono antichissimi e molto ben conservati rispetto al resto dell’Europa. Ma è proprio qui a Fougères che si trova una delle fortezze più imponenti del Paese.

Quando sono arrivata mi si è spezzato il fiato: l’imponente rocca medievale si erge in tutta la sua grandezza con torri, bastioni e merli al di là di un fossato, come se, il tempo si fosse fermato a 800 anni fa.

Ma la storia del Castello di Fougères è stata tutt’altro che semplice.

Ti va di saperne un po’ di più?

Si parte!

Visitare il castello di Fougères

Il Castello di Fougères e la sua storia

Nonostante questa zona della Francia fosse abitata fin dalla preistoria, è solo nel Medioevo che la città di Fougères iniziò un vero e proprio sviluppo urbano.

Grazie alla costruzione di un primo, piccolo castello sulle rive del Nançon intorno al X secolo, si sviluppò a Fougères un piccolo villaggio. Con il passare dei secoli, il piccolo centro, accolse un numero sempre maggiore di abitanti tanto che si rese necessaria la costruzione dei primi bastioni in legno e di alcune torri di vedetta per mettere la popolazione al sicuro dagli attacchi esterni.

Grazie all’ingrandimento del Borgo, il castello di Fougères  acquisì sempre più importanza sia dal punto di vista amministrativo che giudiziario.

Ma la vita, a causa vicina Inghilterra, non era affatto semplice da queste parti. Il castello venne distrutto una prima volta dagli inglesi nel 1166. Successivamente subì diverse invasioni soprattutto durante le guerre di successione ad opera di Enrico II d’Inghilterra ma anche da parte degli stessi Francesi.

Il castello di Fougères mantenne il suo scopo difensivo e militare fino al XV secolo, anno in cui il Ducato di Bretagna perse la sua indipendenza.

Visitare il castello di Fougères

Visitare il castello di Fougères oggi

Oggi il castello di Fougères è famoso soprattutto per aver conservato pressoché intatte le sue antiche strutture medievali ed il suo paesaggio caratteristico.

La struttura del castello risale al XII secolo ed è composta da ben 11 torri di guardia che lo rendono una delle fortezze più imponenti d’Europa ed uno splendido esempio di architettura militare francese.

Ma la costruzione del castello di Fougères non è certo avvenuta dall’oggi al domani. Ci sono voluti più di 400 anni, numerose guerre, distruzioni e ricostruzioni per arrivare al risultato attuale. Passeggiando tra i suoibastioni potrai facilmente renderti conto dei diversi stili architettonici di cui è composto e cercare di datare le diverse strutture del castello.

Tra gli edifici ancora visitabili all’interno dei tre cerchi dei bastioni ci sono la torre Haye-Saint-Hilaire, la torre Raoul e la torre Melusine. Mentre proprio all’ingresso del castello di Fougères potrai vedere le quattro ruote di un mulino ad acqua, recentemente ristrutturate ed ancora perfettamente funzionanti.

Questi mulini, esistenti sin dall’XI secolo, sono stati ripristinati nel 2013 ed oggi alimentano un generatore elettrico, rendendo il tutto ancora più suggestivo.

Visitare il castello di Fougères

Cosa vedere all’interno del castello di Fougères

Dai bastioni del castello si gode di una vista bellissima sul castello e sulla cittadina ma non puoi dire conclusa la tua visita a Fougères senza visitare l’interno del borgo.

Se hai già letto il mio post su Troyes saprai che sono una grande fan delle case a graticcio. Nel borgo di Fougères se ne trovano di bellissime e conservate molto bene.

Ma la vera perla di questo borgo è la magnifica chiesa di Saint Sulpice. L’architettura dell’edificio è stata realizzata tra il XV ed il XVII secolo in stile gotico fiammeggiante come la bellissima Saint Maclou a Rouen mentre all’interno conserva due bellissimi altari medievali realizzati in granito e finemente intagliati.

Ho trovato molto bella anche la chiesa di Saint-Léonard, che domina dalla collina.

Visitare il castello di Fougères

I giardini del castello di Fougères

Visitare il castello di Fougères non significa soltanto ripercorre i secoli ed osservare antichi edifici. Proprio al di sopra dell’antico quartiere medievale, ai piedi della chiesa di St. Léonard, si trovano infatti i bellissimi giardini di Fougères.

Come era già successo nel Roseto di Bagatelle di Parigi, mi sono subito lasciata trasportare dalla poesia di questo romantico giardino, anche se d’inverno sicuramente è meno bello che in primavera o in estate.

Il percorso parte dal padiglione della musica fino ad arrivare al giardino situato in Val Nançon, ai piedi dei bastioni del castello. Io l’ho trovato un modo diverso, ma altrettanto bello, di scoprire questo affascinante castello. Te lo consiglio!

I giardini pubblici di Fougères sono aperti tutti i giorni dalle 8:00 alle 22:00 e l’entrata è gratuita

Se invece sei un amante dei giardini a tema non posso che consigliarti il Parc Floral du Châtellier: in primavera diventano un luogo delizioso dove trascorrere alcune ore immersi nel profumo di bellissime camelie, azalee e rododendri.

Visitare il castello di Fougères

Cosa vedere nei pressi del castello

Come ti dicevo all’inizio, questa zona della Bretagna è stata abitata fin dalla Preistoria e, nella foresta di Fougères, abbiamo ancora le testimonianza più evidenti della presenza umana.

Nella foresta si trovano alcuni interessanti siti archeologici dove potrai osservare le antiche strutture megalitiche preistoriche. Tra le più importanti ci sono alcuni dolmen ed anche il così detto “cordones des druides”.

Questo particolare disegno è composto dall’allineamento di tre serie differenti di blocchi.

Il primo è composto da 57 blocchi lungo circa 250m ed orientato in asse sud-occidentale / nord-occidentale. Una seconda serie di 8 blocchi è parallela e di lunghezza pari a 40 metri ed una terza serie composta da 7 blocchi lungo un asse nord-ovest / sud-est.

Io ne sono rimasta affascinata.

Visitare il castello di Fougères

Come arrivare al castello di Fougères

Arrivando in auto, tra mucche, fattorie, campi coltivati e piccole case in pietra, sembra di entrare in un’altra dimensione. Ti sembrerà di stara in un vecchio racconto, in una realtà scandita da tempi lenti di una natura invariata da secoli.

Se vuoi arrivare in auto da Parigi a Fougères, dovrai viaggiare sull’autostrada A11 per poi uscire a La Mans, proseguire sulla A81 ed infine seguire la N12. Se invece ti trovi già in zona, la città più importante vicina al castello di Fougères è Rennes, che è ben collegata tramite la A84. Mentre da Saint-Malo dovrai percorrere la D155.

Arrivare in treno a Fougères non è possibile ma grazie alla vicinanza con Rennes, potrai arrivare fin qui e poi prendere uno dei collegamenti in bus da Rennes a Fougères.

Visitare il castello di Fougères

Come entrare al Castello di Fougères

Per entrare al castello di Fougères bisogna pagare un biglietto. Il costo è di 8€ per gli adulti, ridotto 5€ per gli studenti 5€ e 20€ forfait per famiglie.

Compreso nel biglietto d’ingresso al castello c’è anche l’audio guida e una mappa, che ti aiuterà moltissimo a districarti attraverso la storia ed i luoghi più significativi.

Tra spettacoli multimediali e pannelli esplicativi, potrai percorrere le varie fasi di costruzione delle torri che vanno dall’XI al XV secolo, assieme allo sviluppo delle tecniche militari a cui le torri dovevano, di volta in volta, adattarsi e resistere.

Gli orari del Castello di Fougères sono, da maggio a settembr,e dalle 10:00 alle 19:00 e da ottobre ad aprile dalle 10:00 alle 12:20 e dalle 14:00 alle 17:30.

Il castello è aperto tutti i giorni.

Visitare il castello di Fougères

Commenti sul Castello di Fougères

Fougères è una sorpresa che non si dimentica facilmente soprattutto per gli amanti del medioevo…come me!

Fammi sapere le tuo impressioni nei commenti qui sotto o se hai bisogno di aiuto per organizzare il tuo viaggio nella bellissima Bretagna.

Potrebbe interessarti anche

Elisa Di Agostino

Elisa Di Agostino

Ciao, io sono Elisa! Sono una storica dell’arte e travel blogger. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze! Dal 2012 ho creato arttrip.it per condividere le mie esperienze di viaggio con tutti voi.

Lascia un commento