Hai mai pensato di visitare Civita di Bagnoregio?

Il borgo di Civita di Bagnoregio si trova nei pressi del lago di Bolsena nella valle dei calanchi. Qui la progressiva erosione del terreno circostante sta condannando la città a morte: un giorno Civita di Bagnoregio purtroppo crollerà, scomparendo inesorabilmente!

Il terreno di questa zona infatti è prevalentemente argilloso e tufaceo, il ché ha prodotto una notevole erosione dovuta alle precipitazioni e ai fiumi che vi passano, rendendo il paesaggio molto caratteristico.

Questa città, soprannominata “la città che muore“, è unica al mondo.

Se hai intenzione di visitare Civita di Bagnoregio, ecco 3 tour che ho selezionato per scoprire al meglio questo luogo ed i suoi d’intorni:

Qui sotto invece ti racconto perché dovresti fare un viaggio a Civita di Bagnoregio per scoprire uno dei borghi più belli d’Italia e del Lazio

Si parte!

Visitare Civita di Bagnoregio

Visitare Civita di Bagnoregio: 2500 anni di storia

Il territorio dove si trova Bagnoregio è abitato sin dall’epoca degli etruschi.

Furono proprio loro i primi a fondare un villaggio su questa collina scelta proprio per la sua posizione strategica che permetteva di controllare tutta la valle circostante.

Le vie d’accesso alla Civita di Bagnoregio erano garantite da 5 porte, cui conducevano suggestive strade scavate nella roccia. Già all’epoca l’erosione costituiva un problema rilevante, al punto che gli etruschi e poi i romani, scavarono e arginarono fiumi per salvare la piccola Civita.

Cosa rimane oggi a Civita di Bagnoregio?

Gli edifici che puoi osservare ancora oggi a Civita di Bagnoregio sono soprattutto di epoca medievale e rinascimentale mentre il grande ponte di accesso risale al 1965. Tuttavia non mancano testimonianze del periodo etrusco e romano, come una necropoli antica.

Purtroppo buona parte del paese originale franò con il terremoto del 1695 ma ancora oggi Civita di Bagnoregio è annoverata tra i borghi più belli d’Italia.

Io la considero uno dei posti da vedere almeno una volta nella vita!

Visitare Civita di Bagnoregio

Qualche curiosità per visitare Civita di Bagnoregio

Da alcuni anni Civita di Bagnoregio è divenuta un centro di interesse turistico, proprio per la sua fama di “città che muore”.

Ma non è questa l’unica ragione.

É stata proprio Civita ad ispirare il capolavoro di animazione di  Hayao Miyazaki “La città incantata“, rendendola famosa in tutta l’Asia. Non stupirti quindi se durante la tua visita a Bagnoregio troverai molti turisti di origine asiatica.

Un altro dato sorprendente è il numero degli abitanti: Civita di Bagnoregio contava nel 2011 solamente 16 persone in tutto il paese!

Visitare Civita di Bagnoregio

Informazioni pratiche per visitare Civita di Bagnoregio

Visitare Civita di Bagnoregio è possibile solo a pagamento.

Niente paura perché il prezzo del biglietto per entrare nel borgo è di 3 euro nei giorni feriali e di 5 euro nei giorni festivi.

Se vuoi arrivare in macchina a Civita di Bagnoregio e non sai dove parcheggiare, sappi che c’è un comodissimo parcheggio, anch’esso a pagamento, a poca distanza dal ponte che collega la città. Il ponte invece è percorribile solo a piedi.

Civita di Bagnoregio è un luogo incantevole, che sembra rimasto sospeso nel tempo ai secoli passati. Fare una passeggiata tra le sue stradine, tra fiori, casette di pietra e piccole chiese è molto suggestivo ed il panorama che si gode dalle sue balconate è tra i più belli della zona.

Se stai cercando qualcosa da visitare all’interno di Civita di Bagnoregio, potrebbe interessarti il museo geologico e delle frane, per capire meglio il territorio e le sue peculiarità. Tuttavia di borghi simili e molto meno turistici di Civita di Bagnoregio ce ne sono molti, ad esempio Pitigliano.

Insomma io ti consiglio comunque di visitarla, potremmo essere tra le ultime generazione ad avere il privilegio di farlo!

visita a civita di bagnoregio

Commenti su Civita di Bagnoregio

Hai avuto la possibilità di visitare questo bellissimo borgo del Lazio?

Raccontami le tue opinioni su Civita di Bagnoregio oppure scrivimi se hai bisogno di aiuto.

Ti risponderò al più presto

Ciao, io sono Elisa! Sono una storica dell’arte e travel blogger. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze! Dal 2012 ho creato arttrip.it per condividere le mie esperienze di viaggio con tutti voi.

Lascia un commento

Pin It