Cosa vedere a Bruges: una città ricca di storia, arte e scorci bellissimi

Eda, Storica dell’arte

Questa piccola città del nord europa viene spesso associata ad una famosa città italiana per merito dei suoi canali e dei suoi bellissimi scorci. Ma è davvero così?

Ecco perché Bruges viene considerata la Venezia del nord.

[et_social_share]

Bruges, la Venezia del nord

Bruges ( o sarebbe meglio dire Brugge) dista da Bruxelles circa un’ora di treno.

La stazione non è lontana da tutte le principali attrazioni che questo piccolo centro offre: famosa per essere la Venezia del nord, per i suoi scorci bellissimi sui piccoli canali, Bruges ha da sempre rivestito un ruolo chiave nella storia della sua regione ed è patrimonio dell’UNESCO dal 2000.

Vuoi scoprire cosa vedere a Bruges? Continua a leggere!

Markt Platz a Bruges

Imperdibile a Bruges è la splendida Markt Platz con la sua Belfort, la torre civica risalente al XIII secolo che ospitava il tesoro della città, nonché i vari mercati accessibile su pagamento di un biglietto d’entrata.

Il Burg

Restando in tema di piazze, un passaggio è d’obbligo al Burg: in origine fortezza, sorge su quello che al tempo dei romani era un importante snodo commerciale.

Oggi vi si trova il Municipio e la bellissima Heilig-Bloedbasiliek, la basilica del Sacro Sangue, voluta come cappella privata dai conti di Fiandra nel XII secolo.

La basilica superiore, restaurata nel XIX secolo,  ospita la veneratissima reliquia del Sangue di Cristo. Consigliata una visita alla cappella inferiore, molto più spoglia ma anche più autentica.

Una Madonna di Michelangelo

Sembra incredibile ma nella bella chiesa di Nostra Signora a Bruges, si trova una stupenda Madonna con Bambino di Michelangelo. L’opera fu infatti commissionata all’artista dalla famiglia di mercanti Mouscron per la loro cappella a Brouges. I Mouscron facevano affari a Firenze e vennero in contatto con il protettore di Michelangelo, che dovette fare da intermediario.

Altro monumento degno di nota è cattedrale di San Salvatore, la più antica chiesa in mattoni del Belgio. Fu iniziata nel 1127 ma purtroppo fu molto restaurata nel corso dei secoli.

L’ospedale di San Giovanni

Quando stavo valutando cosa vedere a Bruges, ero incerta se visitare o no l’ospedale di San Giovanni. Appena sono entrata, sono stata felice di averlo messo nella mia lista delle attrazioni da vedere: si tratta di una struttura del XI secolo che diede asilo e rifugio a malati, pellegrini e poveri per secoli. L’insieme degli edifici e l’interno in legno stupiscono per la loro semplice bellezza, come lascia sicuramente impauriti la parte di esposizione sugli strumenti chirurgici del passato.

Questa struttura ospita oggi il Museo di Hans Memling, pittore fiammingo del ‘400 del quale conserva alcuni dei più importanti capolavori.

Cosa vedere a Bruges? I musei!

Stai cercando cosa vedere a Bruges? Ti consiglio i suoi musei! Ce ne sono tanti: il Groenigemuseum, ad esempio, è dedicato soprattutto all’arte fiamminga. Un altro è il Gruuthusemuseum è dedicato ad arredi ed arte antichi. Al museo dei diamanti invece, è possibile vedere come vengono lavorati e le differenze tra le varie pietre.

C’è persino il museo della patatina fritta! Non so se consigliartelo o no perché non l’ho visitato…

Bruges è bellissima, però…

Bruges è una piccola città, e per le sue modeste dimensioni è davvero molto, troppo, turistica: se si visita in estate spesso non si riesce a camminare per le strade a causa del gran numero di persone. Inoltre i canali e gli scorci che offre sono bellissimi ma fare una foto risulta quasi impossibile a causa delle lunghe code.

Certo non si può dire che non ne valga la pena, ma forse è meglio scegliere un periodo meno affollato, in primavera o in autunno (in inverno il cielo plumbeo, la mancanza di fiori ed il freddo la rendono molto più tetra e difficile da visitare, consigliato solo a chi vuole vederla nella sua vera luce di città del nord).

Ciao, mi chiamo Elisa e sono una storica dell’arte. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze!

Sono fermamente convinta che l’arte vada scoperta, vissuta e divulgata, per questo ho deciso di condividere la mia passione su questo blog.

Storica dell'Arte | Viaggiatrice | Blogger, ARTTRIP.IT

Potrebbe interessarti anche

Fammi sapere cosa ne pensi

0 commenti

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This