William Blake: 8 opere per mostrare come poesia e pittura possano fondersi in un unico artista

Le opere di un artista e poeta eclettico ed originale

Eda, Storica dell’arte

William Blake, a lungo sottovalutato, è oggi considerato da molti uno dei più grandi artisti britannici.

Associò le poesie a delle splendide illustrazioni, infatti è stato lodato sia per la poetica che per l’arte pittorica.

Il talento di Blake è da secoli un’ispirazione per le generazioni successive.

William Blake: la sua vita e la sua idea di arte

William Blake, artista inglese vissuto tra il 1757 e il 1827, fu anche poeta: sostenne sempre l’idea di arte come totalità, pura attività spirituale lontana dalla materialità.

Le sue creazioni hanno infatti sempre tinte acquarellate molto trasparenti e le sue poesie devono essere lette insieme alle sue illustrazioni per essere davvero comprese appieno. Trasse ispirazione da Dante, Omero, Milton e dalla Bibbia, di cui illustrò alcuni passaggi che, a sua avviso, riteneva contenessero il vero messaggio divino.

L’eroe contemporaneo secondo William Blake: Newton

Newton è una delle opere più significative per descrivere la sua poetica, legata al sublime “romantico” del suo tempo ed all’idea del titano eroico michelangiolesco.

La figura di Newton, infatti, non è ritratta con le fattezze reali dello scienziato ma come un grande eroe classico, nuda e massiccia come nelle figure di Michelangelo, tesa nello sforzo della ricerca della verità. L’uomo è ripiegato su sé stesso, come a testimoniare l’impossibilità di fatto della mente umana razionale di capire la realtà, di spingersi verso l’infinito. Infatti non si cura affatto del cielo buio (o si tratta dell’oscurità di un fondale marino?) ed ignora completamente le rocce sulle quali è seduto per indagare una verità diversa e tuttavia difficilissima da raggiungere.

Inoltre il personaggio è solo, isolato dal mondo e prostrato come un Atlante che deve sostenere il peso enorme di una conoscenza difficile o della coscienza che l’uomo non arriverà mai, con i suoi mezzi, ad ottenere.

Newton

Beatrice

Il simbolismo di William Blake

C’è una forte inclinazione al simbolismo, che influenzerà anche artisti successivi, ed una critica serrata ai suoi contemporanei: la società illuminista moderna ha fatto della scienza il suo fondamento e proprio per questo l’artista deve essere una creatura eccezionale che, oltre il limite della razionalità, riesce a comprendere cose che la conoscenza scientifica non può spiegare.

Le frasi celebri di William Blake

  • «Le prigioni sono costruite con le pietre della legge, i bordelli con i mattoni della religione»
  • «L’immaginazione non è uno stato mentale: è l’essenza stessa dell’esistenza umana.»
  • «Gli uomini vengono ammessi in Paradiso non perché abbiano dominato e frenato le proprie passioni o non ne abbiano avute affatto, ma perché hanno coltivato la loro capacità di conoscere. Il Tesoro del Paradiso non è la negazione della passione, ma la realtà dell’intelletto, da cui tutte le passioni fuoriescono libere nella loro eterna Gloria.»
  • «Coloro che reprimono il desiderio, lo fanno perché il loro desiderio è abbastanza debole da poter essere represso»
  • «Essendo infinito il Desiderio dell’Uomo, il possesso è l’Infinito, e lui stesso è l’Infinito»

Oberon, Titania, Puck e le fate danzanti

Nabucodonosor II

Ciao, mi chiamo Elisa e sono una storica dell’arte. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze!

Sono fermamente convinta che l’arte vada scoperta, vissuta e divulgata, per questo ho deciso di condividere la mia passione su questo blog.

Storica dell'Arte | Viaggiatrice | Blogger, ARTTRIP.IT

Pin It on Pinterest

Share This