Roseto Capo Spulico: un castello sul mare

Vieni a scoprire una spiaggia da sogno e un castello medievale dalla storia molto interessante…

Eda, Storica dell’arte

Roseto Capo Spulico si affaccia sul mar Ionio, in Calabria.

Ha una spiaggia bellissima ma soprattutto una storia lunga ed intensa.

Il suo castello medievale a strapiombo sul mare ci parla ancora di pirati, templari, imperatori e della sacra sindone.

Continua a leggere e scopri tutti i suoi segreti!

 

Roseto Capo Spulico: ecco perché si chiama cosi

 Roseto è una piccola ma antichissima cittadina la cui principale attrazione è il meraviglioso castello medievale, oggi riconvertito a ristorante.

Il nome della località deriva dall’epoca greco-romana, quando su queste coste venivano coltivate le rose. I loro petali avevano diversi usi, tra i quali riempire i materassi!

 

Il castello di Roseto Capo Spulico

Il castello attuale fu costruito nel XI secolo e segnava i limiti tra i regni di Roberto il Guiscardo e suo fratello Ruggero. Il Castrum Petrae Roseti serviva a controllare le coste dalle incursioni e a garantire la sicurezza del villaggio.

Questo castello fu sotto il controllo dei cavalieri templari sino a quando non venne requisito da Federico II nel 1228. Dell’epoca dei cavalieri combattenti rimangono solo pochi stemmi ancora visibili all’interno.

L’imperatore Federico II modifico’ la forma dell’edificio e lo rese una vera e propria roccaforte. Alcuni studiosi affermano che, in una delle due torri di questo castello, sia stata ospitata la Sacra Sindone durante il XIII secolo.

Nei secoli successivi il castello sopravvisse per via della sua funzione indispensabile di controllo delle coste contro gli attacchi degli arabi e dei pirati.

La spiaggia di Roseto Capo Spulico

Se una parte del fascino di questo posto incredibile si deve al castello, non bisogna tralasciare la bellezza del suo mare.

La spiaggia è sassosa, e non facilissima da raggiungere se non con mezzi privati, ma in compenso è immersa nella calma e nella tranquillità più assoluta: molto spesso non ci saranno che una manciata di persone lungo tutta la spiaggia.

Non si può certo perdere l’occasione di portare la maschera e lo snorkel per ammirare la bellissima fauna marina: non è difficile trovarsi a nuotare immersi un un banco di pesci, intenti a cercare cibo vicino alla spiaggia.

Poco lontano dal Castello ci sono anche alcuni bar per rinfrescarsi nelle ore più calde. Ma fate attenzione ai ricci di mare!

Potrebbero interessarti anche:

Ricordati di lasciare un commento

Pin It on Pinterest

Share This