Il roseto di Bagatelle è un’oasi di meraviglie e profumi… il mio riassunto con 20 splendide foto

Eda, Storica dell’arte

Il posto ideale per gli amanti dei fiori e delle rose: poco lontano dal centro storico di Parigi, l’appuntamento con il Roseto di Bagatelle è imperdibile!

Dove si trova il roseto di Bagatelle

Il magnifico roseto di Bagatelle sorge non molto lontano dal centro storico di Parigi, all’interno del Bois de Boulogne ed è un’oasi di pace che riempie gli occhi di bellezza e inebria di profumi l’anima (se visitate il roseto, non potete perdere il giardino Albert Kahn).

Nonostante non sia molto ben collegato con la metropolitana, questo piccolo angolo di paradiso sa ricompensare di ogni sforzo.

Un palazzo da record: la storia del roseto di Bagatelle

Questa proprietà iniziò ad assumere la forma che ha oggi durante il regno di Luigi XVI, quando la acquistò suo fratello, il conte di Artois. Fu allora che la regina Maria Antonietta, probabilmente legata a lui sentimentalmente, lo sfidò a costruire un castello entro un mese per poterla accogliere alla sua prossima visita.

Detto fatto, il progetto per l’edificazione del castello fu preparato in due giorni ed i lavori iniziarono immediatamente. Ovviamente costò una fortuna al conte innamorato, ma fu pronto al ritorno della regina.

La rivoluzione francese interruppe la vocazione galante di questo edificio e del suo bellissimo giardino, ma non per molto.

Il roseto di Bagatelle dopo la rivoluzione francese

Nel 1835, la proprietà passò ad un inglese, il ricco marchese di Hertford, che trasformò i giardini secondo la moda romantica, dotandoli di alcune delle sue passeggiate e del roseto (magnifico!).

Nel 1905 fu il comune di Parigi ad acquistare infine il dominio e a prendersene cura rendendo pubblico.Questo spazio verde è inserito nel Bois de Boulogne, il più grande parco della capitale francese.

Il magico giardino di Bagatelle

Nel roseto di Bagatelle non ci sono solo rose. Il giardino offre diverse passeggiate, cascatelle, laghetti, un orto botanico oltre a grandi prati dove potersi stendere. Tra i suoi viali si incontrano lepri, pavoni, papere, anatre e gatti che girano indisturbati tra i fiori e le piante.

In più negli antichi padiglioni e palazzi si allestiscono esposizioni temporanee ed iniziative di vario genere.

Informazioni pratiche per visitare il roseto di Bagatelle

Durante il periodo invernale l’entrata non si paga mentre in primavera il prezzo è di circa 5 euro. Per raggiungere Bagatelle da Parigi, si può prendere l’autobus 244, che parte da Porte Maillot (raggiungibile con la metro 1 gialla o con il RER C)  fino alla fermata “Bagatelle”.

Non è consigliabile tornare troppo tardi perché, di sera, questa zona si popola di “signorine”.

Vi lascio con le foto più belle che ho scattato. Ricordati di lasciare un commento!

Ciao, mi chiamo Elisa e sono una storica dell’arte. Ho uno spirito nomade e adoro viaggiare per scoprire posti nuovi, scrivere e vivere nuove esperienze!

Sono fermamente convinta che l’arte vada scoperta, vissuta e divulgata, per questo ho deciso di condividere la mia passione su questo blog.

Storica dell'Arte | Viaggiatrice | Blogger, ARTTRIP.IT

Potrebbe interessarti anche

Fammi sapere cosa ne pensi

Lascia un commento

Pin It on Pinterest

Share This